Curiosità e storia del melone giapponese Yubari King

Melone giapponese yubari king

Il melone, frutto succoso e prediletto dell’estate, arriva sulle nostre tavole in diverse varietà: giallo, bianco, raccolto a maturazione o precoce.

Ce n’è per tutti i gusti!

In questo articolo parliamo però di un melone particolare, originale e raro. È lo  Yubari king : un’eccellenza mondiale!

A differenza del melone tradizionale che siamo abituati a mangiare (i cui principali esportatori sono Turchia, USA, Spagna, Marocco, Romania, Iran, Israele, Egitto e India), il melone Yubari prende il nome dalla cittadina giapponese in cui è coltivato: Yubari appunto, vicino a Sapporo.

Yubari si trova nella prefettura di Hokkaido (l’isola più settentrionale tra le principali dell’arcipelago giapponese), famosa per le sue terme e i suoi vulcani!

Melone Yubari King: un esperimento ben riuscito

Il melone giapponese di Yubari è un vero e proprio esperimento; nasce infatti da un incrocio tra due diversi tipi di cantalupo.

In questo caso si tratta dell’Earl’s Favourite e del Burpee’s “Spicy”, che danno vita all’ibrido Cucumis melo L. var. reticulatus (il nome scientifico del melone Yubari King).

La tecnica della sua coltivazione risale al 1960. In quell’anno, non a caso, 17 volontari fondano la Yubari Agricultural Cooperative Association, che ora conta ora più di 200 agricoltori.

Dopo una serie di coltivazioni di prova nasce quindi la nuova varietà e la città di Yubari finisce per  specializzarsi nella semina, coltivazione, smistamento e spedizione da parte delle cooperative di produzione.

Questa filiera è cresciuta così tanto nell’arco di una decina d’anni da diventare un vero e proprio centro di produzione: già nel‘79 vengono avviate le consegne del melone Yubari King su tutto il territorio nazionale.

I coltivatori non possono vendere direttamente al pubblico ma passano attraverso l’associazione, che ha il compito di monitorare e garantire le caratteristiche uniche dei meloni e successivamente di venderli al pubblico. In questo modo si previene la contraffazione e si garantiscono gli standard di qualità.

Vediamo quali sono le caratteristiche che distinguono lo Yubari King…

Le caratteristiche del Melone Yubari King 🍈

 Questo melone giapponese è famoso per la sua dolcezza. 

Necessita della cura costante dell’agricoltore e viene coltivato solo in serra, dal momento che deve rimanere a una temperatura compresa tra i 25 e i 28 gradi celsius.

Il melone Yubari King ha bisogno di un terreno costituito da cenere vulcanica, sia perché essa permette di controllare facilmente la temperatura del suolo sia perché consente all’acqua di defluire rapidamente, facilitando così la crescita di questi  frutti esotici che necessitano di un clima secco.

Il melone di Yubari è protetto da un’indicazione geografica, come anche altri prodotti che possiamo trovare in Italia e nel mondo. Infatti viene coltivato solamente in questa  cittadina, non in tutto l’arcipelago o in tutto il Giappone.

Il suo peso può variare da 1 kg fino a 2.5 kg, esattamente come il melone tradizionale.

Ma… quali caratteristiche rendono gli Yubari King così rari?

  1. Maturano solamente da fine maggio a inizio agosto.
  2. Il numero di campi per coltivarlo è limitato in quanto dopo il raccolto si deve aspettare un anno prima che possano essere riutilizzati.
  3. Non possono essere conservati per un lungo periodo, il che rende difficile il loro trasporto fuori dalla regione e dal Paese.

Melone yubari king

Yubari King: prezzo e curiosità!

La rarità e il pregio di questo melone lo rendono un dono ideale per cerimonie importanti. In Giappone infatti viene offerto nelle occasioni speciali, al pari di un  oggetto prezioso. 

I meloni Yubari King vengono venduti in coppia e prima di essere messi all’asta passano controlli molto rigidi affinché il certificato che ricevono sia sinonimo di garanzia degli standard richiesti.

Il costo del melone giapponese di yubari ha toccato picchi davvero elevati!

Nel 2019 è stata venduta una coppia di meloni per 2,5 milioni di yen (che corrispondono all’incirca a 28.000 euro attualmente).

Se mai aveste la fortuna di assaggiare questo frutto prelibato, ecco qualche idea…

Come si mangia il melone giapponese di Yubari

Innanzitutto il melone Yubari King andrebbe refrigerato per diverse ore. Dopodiché si taglia il gambo, che è amaro, e successivamente si può tagliare a metà il frutto, eliminando i semi.

Un utilizzo creativo sarebbe quello di estrarre la polpa del melone e utilizzare la scorza come una scodella per alcune preparazioni oppure per mangiarvi direttamente il melone dentro, una volta tagliato.

Altrimenti si può tagliare il frutto in spicchi e mangiarlo con una forchetta senza togliere la buccia.

In Giappone si usa anche aggiungere il brandy al melone tagliato a metà creando il lussuoso “melone al brandy”, e in commercio si trovano addirittura i KitKat al gusto melone di Yubari!

Un frutto davvero versatile, perfetto anche come dolce estivo gluten free!

Condividi questo articolo
Written By
More from Redazione
Huitlacoche (o “cuitlacoche”): il fungo del mais dal sapore affumicato
Lo direste mai che un giorno potreste trovarvi nel piatto un ?...
Read More
0 replies on “Curiosità e storia del melone giapponese Yubari King”