Brunch senza glutine: tutto il relax del weekend, anche gluten free

Gluten free brunch

Il termine brunch, coniato nel 1895 dallo scrittore Guy Beringer, nasce dall’unione di breakfast (colazione) e lunch (pranzo).

In italiano? Colanzo?! 🙂

Molto diffuso in USA ed UK, ma ormai molto apprezzato anche in Europa,  il brunch è il pasto perfetto per la Domenica : la sera prima si va a letto tardi, ci si alza con calma e non si ha voglia di aspettare fino all’ora di pranzo per saziare i morsi della fame.

Brunch senza glutine: cosa mangiare

Il brunch prevede piatti sia dolci che salati, potremmo paragonarlo a una colazione internazionale.

Mangiando fuori casa il brunch può rappresentare un “problema” per il celiaco; o meglio, i piatti che più tradizionalmente associamo a questo speciale pasto sono principalmente a base di farina e uova, altri -sicuramente meno noti- non lo sono, ma purtroppo l’immaginario comune incide anche sulle nostre aspettative al riguardo.

Ovviamente è possibile trovare molti locali attrezzati (soprattutto in UK) che servono anche brunch senza glutine senza che se ne notiate la differenza.

 Anche Cucinando a casa però è possibile adattare moltissime ricette e godersi un brunch gluten free di tutto rispetto! 

 

brunch gluten free

Brunch: idee senza glutine per ricette salate

Ecco i cibi tipici di un brunch salato, qualcuno realizzabile gluten free e qualcuno no:

🌮 Le crêpe senza glutine sono facilissime da realizzare sostituendo la farina 00 con altre alternative. Per approfondire ecco QUI tutte le varianti possibili, potrete lasciare largo spazio alla fantasia e mangiare senza pensieri!
🍳 Le uova sono le protagoniste indiscusse del brunch (naturalmente sono gluten free): uova strapazzate, uova con bacon o salsiccia (chiedere per sicurezza ma nella maggior parte dei casi sono gluten free), uova in camicia, all’occhio di bue, sode o alla coque.
🥪 I toast (o il pane in generale come accompagnamento al piatto) può essere sostituito con del pane senza glutine o con delle gallette di mais o riso.
🥯 I bagel -ossia le ciambelle salate farcite- invece sono più difficili da realizzare in casa, ma è comunque possibile trovare qualche fornitore certificato che li venda preconfezionati gluten free.
🥔 Possiamo prendere spunto da altre cucine preparando dei fantastici Latkes ebraici (sostituendo i pochi cucchiai di farina con della farina di riso) oppure il Rosti tedesco; entrambi sono a base di patate (quindi senza glutine) e servibili con formaggio cremoso, panna acida, salmone o ciò che più vi piace.
🧁 I muffins possono essere sia dolci che salati, normalmente contengono glutine, ma possono essere replicati nel forno di casa con farine alternative gluten free (come ad esempio la farina di riso, di mais o un mix) aggiungendo -nel caso dei muffin salati- verdure, formaggi e/o salumi (senza glutine ovviamente).
🥓 Affettati, pesce, formaggi e legumi ovviamente sono il companatico indispensabile per il nostro brunch; in particolar modo molto apprezzati sono il salmone o il pesce affumicato in genere -pesce spada o aringa-, i fagioli passati in padella e i formaggi spalmabili.
🥑 Fa capolino spesso anche qualche verdura, qualche foglia di insalata, due fette di pomodoro, ma soprattutto l’avocado, che è spesso un altro fiero protagonista del brunch.

pancake gluten free

Brunch senza glutine: ricette dolci

🧁 I muffins possono essere anche mangiati nella loro versione più classica dolce (sempre sostituendo la farina con delle alternative gluten free) ed aggiungendo zucchero, cioccolato, mirtilli…
🌮 Le crêpe senza glutine possono essere realizzate anche in versione dolce ovviamente; farcite con crema di cioccolato, di nocciole, burro di arachidi, marmellata… (tutto gluten free)
🥞 I pancake possono essere realizzati sfruttando la maggior parte delle ricette già citate qui per le crêpes senza glutine, con la semplice aggiunta del lievito ed utilizzando padelle differenti per conferirgli la tradizionale forma.
🧇 I waffle (noti anche come wafel, waffel o gaufre) contengono normalmente glutine, ma possono essere realizzati home made con apposita ricetta rivista (se ne trovano diverse cercando online), l’unico inconveniente è che purtroppo è indispensabile possedere l’apposita piastra.
🥭 Frutta fresca o secca a volontà.
🥛 Yogurt. Quello bianco (intero o magro) è sempre senza glutine, per gli yogurt aromatizzati (anche alla frutta) è -in certi casi- possibile incorrere in delle contaminazioni, quindi sempre meglio chiedere.
🍵 Il porridge è fatto di avena, un cereale buonissimo che però talvolta è senza glutine e talvolta no, a seconda del luogo di produzione. Chiediamo sempre quindi! Una volta appurata la mancanza di glutine non resta che scegliere se lo preferite caldo o freddo e con quale tipo di latte (classico o vegetale).
Esiste anche un porridge di riso, diffuso per lo più in Cina o in Asia in genere, noto come Congee (o jook, o khao tom moo) ma è principalmente un piatto salato.

brunch cocktails senza glutine

Cocktails senza glutine per il brunch

 Bene, passiamo ora al bere senza glutine.  Ovviamente il caffè americano in tazza grande non può mancare, ma esistono anche 2 cocktails senza glutine davvero perfetti per il brunch:

🍹Il bloody mary è sinonimo lui stesso di brunch! Un cocktail gluten free a base di succo di pomodoro condito e vodka, immancabile nei brunch americani.
🍾 Il mimosa è invece una versione più elegante del cocktail della domenica, puramente europeo, a base di prosecco o champagne unito al succo d’arancia.

Che giorno è oggi?
Quanto manca al weekend?
Non resta che iniziare a scegliere cosa preparare per il brunch, anche per chi è celiaco!

Condividi questo articolo
Written By
More from Federica O.

Quali sono i cereali senza glutine adatti a un celiaco?

Una persona celiaca deve evitare tutti i cereali? No, affatto. Non tutti...
Read More