Yuzu: l’agrume giapponese, considerato un superfood!

yuzu giapponese superfood
Yuzu citrus fruits

🍋 Un altro superfood proveniente dall’Oriente!

Lo Yuzu è ormai noto anche in Europa, ma ancora raramente reperibile come frutto fresco; sicuramente di più facile assaggio come ingrediente di altre ricette, preparati, condimenti o conserve.

🍋 Cos’è lo Yuzu?

Lo Yuzu è un agrume “ibridodi incerta origine, un probabile incrocio tra Mandarino e Papeda (un sottogenere di Citrus, detto Citrus hystrix, originario dell’India, ma oggi coltivato principalmente alle Mauritius, appartenente alla stessa famiglia del noto  Limetta kaffir lime ).

Nasce tra Cina e Tibet, ma si diffonde ben presto nel vicino  Giappone  -che lo rende noto- e soprattutto sull’isola di Shikoku, dove oggi è coltivato in modo massivo ed è divenuto “prodotto tipico” dell’area, nota per i suoi frutteti.

🥚A Shikoku vengono anche prodotte uova al gusto di Yuzu, alimentando le galline con una dieta ricca di bucce di Yuzu.🥚

 

🍋 Yuzu superfood: proprietà e benefici.

A causa della sua intensa acidità, lo Yuzu viene raramente consumato fresco -un po’ come accade per il nostro Bergamotto-, ma è comunque apprezzato, sia grazie al suo gusto fortemente  aromatico , sia per le sue molte  proprietà .

Tra i molti pregi di questo frutto ricordiamo:

  • un tasso di  Vitamina C  più alto rispetto ad altri agrumi;
  • proprietà  antiossidanti , che lo rendono un ingrediente pregiato anche in ambito cosmetico;
  • la presenza di  polifenoli , sostanze organiche naturali, caratterizzate da molteplici gruppi fenolici e dalle comprovate proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, utili nel controllo del colesterolo e per agire sul metabolismo.

Lo Yuzu è quindi considerato un superfood (o Well-being,  frutto del benessere  ) ed è un forte alleato della nostra salute: come tutti gli agrumi, in inverno è molto utile nella prevenzione di influenza e raffreddore e olii essenziali di Yuzu sono utilizzati in Oriente in ambito  estetico e fitoterapico  , per l’aromaterapia o per preparare creme e maschere per il corpo. 

Durante il Touji (solstizio d’inverno) in Giappone è tradizione bagnarsi di succo di Yuzu con scopo propiziatorio, per  prevenire i malanni di stagione .

 

Yuzu giapponese

🍋🥢 Salsa Ponzu, Yuzu Koshō e Shichimi tōgarashi.

 Come assaggiare lo Yuzu? 

Partiamo dai preparati più diffusi che lo contengono e che sfruttano il tocco pungente, ma aromatico, dello Yuzu per condire, perfezionare, caratterizzare o aggiustare gusti talvolta “nuovi” e talvolta invece tradizionalmente antichi e radicati nella cultura orientale.

La salsa Ponzu

È un condimento nipponico, una salsa di soia, molto liquida, aromatizzata con succo di Yuzu.

Ha un gusto fresco, con delicate note agrodolci, ma al contempo saporito, anche grazie agli ingredienti aggiuntivi che ne completano i sentori: Mirin, fiocchi di pesce (katsuobushi), aceto di riso e alghe kombu.

La Salsa Ponzu viene principalmente utilizzata, in alternativa alla salsa di soia classica, come condimento base per piatti vegetariani, di carne o pesce, oppure per la marinatura, nel tataki o come salsa per il nabemono.

Yuzu Koshō

È una salsa a base di peperoncino, sale e buccia di yuzu, utilizzata in Giappone come condimento.

Per lo più lo Yuzu Koshō è utilizzato in cucina come dipping sauce per il sashimi, in abbinamento a carni e pesci (per stemperare l’eventuale parte grassa), per la marinatura, per dare un tocco “piccante” oppure, in aggiunta ad aceto, olio o altre salse, per condire insalate.

Shichimi tōgarashi

Lo Shichimi (noto anche come Nana-iro tōgarashi) è una tradizionale miscela di spezie, tipica delle cucina giapponese e detta “peperoncino ai sette sapori”. Include peperoncino rosso (togarashi), scorza di mandarino, semi di sesamo, semi di papavero, canapa, alga nori tritata, pepe di Sichuan e -se possibile- Yuzu.

🍋🥢 Yuzu: ricette e usi in cucina tra Gin e Macaron.

L’utilizzo culinario dello Yuzu giapponese è molto versatile, spazia facilmente infatti da dolci a liquori, superalcolici, conserve e piccole delizie gourmet.

🍶 Per quanto riguarda le bevande, lo Yuzu viene principalmente utilizzato per aromatizzare:

  • bibite e succhi;
  • Sakè;
  • tè (tipico coreano);
  • Liquori;
  •  Gin   (molto usato per la realizzazione di cocktails, come il noto il gin yuzu tonic o il gin yuzu sake cocktail);
  • in Occidente, birra, sidro e persino Glögg finlandese.

🍰 Tra i dolci con Yuzu giapponese invece troviamo:

  • pan di spagna;
  • merendine confezionate e Kit Kat allo yuzu (in Asia e soprattutto in Giappone):
  •  Yuzu macarons ;
  • pasta frolla;
  • burro aromatizzato;
  •  marmellate .

È anche possibile gustare lo Yuzu all’interno di  piatti gourmet  come ad esempio le Gouttes, ossia le perle liquide (in francese), a base di Yuzu rivestito, progettate dalla food designer francese Christine Le Tennier,  oppure sotto forma di scorza disidratata o fiocchi liofilizzati, all’interno del Ramen o come accompagnamento di sushi e sashimi.

Non resta quindi che assaggiare questo agrume miracoloso per il bene del corpo e del palato!

È possibile  reperire lo Yuzu  -o altri prodotti che lo contengono- acquistando online, recandosi presso negozi etnici o specializzati oppure… facendo un bel viaggio in Giappone! 😉 ⛩

Condividi questo articolo
Written By
More from Federica O.

Cucina senza glutine a Roma: cosa mangiare?

Avete in programma una visita alla Capitale e volete gustare piatti tipici...
Read More