Il Brasile senza glutine: una vacanza gluten free in Brasile

piatti tipici brasiliani senza glutine

Per la gioia di tutti i celiaci, mangiare senza glutine in Brasile non è affatto complesso!

Siamo appena rientrati da un  viaggio brasileiro  e abbiamo fatto qualche esperimento sul campo…

Non in molti in Brasile parlano inglese, ma per giostrarsi nella scelta di alimenti brasiliani gluten free è sufficiente conoscere 2 parole di portoghese:  Contém gluten e Não contém gluten. 

Esatto, in Brasile infatti OGNI alimento confezionato riporta una di queste 2 formule: con o senza glutine. Facile no?!

Ma andiamo nei dettagli…

Un celiaco in Brasile: cosa scegliere per mangiare gluten free?

I grandi vantaggi della cucina brasiliana – e sudamericana in generale -, per chi deve mangiare senza glutine, sono: l’utilizzo massivo di  Tapioca (o Manioca), di Mais, Riso e Patate , che fanno parte dell’elenco degli alimenti gluten free.

Anche l’avena – come in UK – è QUASI sempre senza glutine in Brasile e fornisce quindi diverse possibilità in più, soprattutto a colazione, dove la granola generalmente abbonda, al fianco di deliziosa frutta esotica e dolci (dolcissimi).

Altro aspetto importante: i brasiliani sono super carnivori! 

Sul territorio brasiliamo è oggi presente la più alta percentuale di milioni di capi di bestiame, rispetto al totale mondiale: il 14,4%.

Stati Uniti e Brasile sono tra i maggiori produttori di carne bovina al mondo.

Il  churrasco  (tipica grigliata mista, che comprende diversi tipi di carne di manzo, di pollo e talvolta di pesce, tagliati a pezzi o lasciati interi, marinati e poi cotti alla griglia) e in particolar modo la  Picanha  (taglio di carne tipico della cucina brasiliana, corrispondente al “codone di manzo” o alla “punta di sottofesa”) sono decisamente una prelibatezza proteica e senza glutine da provare.

 La  Manioca  (yuca o cassava) consente di gustare del pane e delle crepes senza glutine, dolci o salate, mentre il mais e la polenta fanno il resto.

Come ormai sapete però, l’obiettivo delle nostre vacanze non è sopravvivere alla fame, ma gustare le prelibatezze più tipiche che riusciamo a trovare, senza lasciarci frenare dalla celiachia e senza ovviamente rischiare di pagarne le conseguenze.

Ecco quindi qualche idea gustosa e gluten free in vero stile brasileiro.

Quali piatti tipici brasiliani não contém gluten, ossia sono senza glutine?

 I piatti tipici brasiliani senza glutine sono davvero moltissimi, sia dolci che salati. 

Puoi trovare qui un elenco completo e dettagliato (con anche qualche ricetta); non siamo riusciti ad assaggiarli tutti purtroppo, ma ecco quelli che abbiamo provato!

  • Açai bowl, di cui abbiamo già parlato nell’articolo della sezione Cibi Esotici. Gustosa, rinfrescante e sana. 🫐
  • Baião de dois, ossia riso e fagioli (immancabile su ogni mensa che si rispetti). 🍚
  • Banana da terra, ossia il platano, fritto, stufato, sotto forma di chips speziate e chi ne ha più ne metta… 🍌
  • Batata dolce, arancione o bianca, nelle stesse varianti di cui sopra. 🍠
  • Batida, bibita a base di cocco, oppure maracujá, fragola, etc… 🥥
  • Beijinho, un pasticcino al cocco. Una via di mezzo tra i mochi giapponesi, già citati QUI, e i nostri Raffaello. 🥥
  • Beiju de tapioca, una crespella a base di tapioca e cocco, con farciture salate o dolci. 🫓
  • Bobó de camarão, una zuppa di gamberi in salsa di manioca, da mangiare con riso o farofa*. 🦐
  • Bolinho de bacalhau, delle crocchette di baccalà, fritte sul momento e servite nei bar come snack. (In questo caso è sempre MEGLIO CHIEDERE perché la ricetta originale è senza glutine, ma talvolta viene aggiunta della farina o vengono fritte con altri alimenti.) 🧆
  • Caipirinha, la bibita nazionale! Il cocktail originale è con cachaça e limao, ma ne esistono molte varianti anche con altri frutti gustosi. Sono tutte senza glutine, come saprai se hai già esplorato la sezione dedicata agli alcolici senza glutine. 🍹
  • Caldo de cana, l’altra bibita nazionale insieme all’acqua di cocco! Un succo ottenuto dalla premitura della canna da zucchero, con apposito macchinario. Tassativamente preparata sul momento e servita ghiacciata. Dolce e dissetante. 🧋
  • Churrasco, la carne alle brace, di cui parlavamo prima. 🥩
  • Churrasco de picanha, cioè la “Picanha” allo spiedo. 🍖
  • Crepioca, crepe dolce o salata, fatta con la tapioca. 🌯
  • *Farofa, gustoso contorno salato, piuttosto friabile, a base di farina di manioca o di mais. Una via di mezzo tra il cous cous e il pangrattato, viene tostata con diversi ingredienti a seconda della ricetta.
  • Feijoada, uno dei piatti brasiliani più famosi e tipici. Uno stufato di fagioli neri, con maiale e manzo, servito tradizionalmente con riso, cotenna, cavolo, farofa e qualche fetta d’arancia. 🍛
  • Moqueca piatto tipico brasiliano a base di pesce: uno stufato di gamberi, latte di cocco e formaggio, cotto e servito all’interno una zucca intera (completamente edibile). 🦐
  • Paçoquinha de amendoim, dolcetto semi duro di pasta di arachidi. 🥜
  • Pamonha, polentina di mais dolce, stufata avvolta da una foglia di mais, che funge da eco packaging e da tovagliolino per mangiarla. Un piatto simile ai Tamales messicani (salati) o ai Khao tom mad thailandesi. 🫔
  • Pão de queijo, un VERO PANE al formaggio!! Palline di farina di manioca con cuore di formaggio, ma non filante, con una consistenza unica che lascia davvero stupiti. Chi non sa che è senza glutine non ci crede! 🥖
  • Pudim de claras (budino di albumi) o Pudim de leite Moça (budino di latte) sono due torte-budino con topping gustosi, fresche e leggere, simili alla nostra panna cotta ma in formato ciambellone. 🍮
  • Sagu de vinho tinto, dolce al cucchiaio, caldo e “viscidino”, a base di perle di tapioca al vino rosso. 🍷
  • Vino brasiliano per finire. Il Brasile è una delle più famose nazioni emergenti per la produzione di vino, soprattutto nell’area meridionale di Rio Grande do Sul. 🍾

🧉 Non resta, tra un caffè, un mate e un guaranà (tutte bevande senza glutine), che goderti l’immensa naturaleza del Brasile.

Rio De Janeiro senza glutine

Mangiare senza glutine nelle grandi metropoli come San Paolo e Rio De Janeiro è ancora più facile!

La vastità della scelta, le varianti fusion e un occhio di riguardo verso il turista, rendono Rio De Janeiro, non solo una delle più belle città del mondo, ma anche una vera e propria meta culinaria per celiaci e non.

 Goditi le colazioni, lasciati conquistare dall’abbondante street food gluten free (con beiju de tapioca, crepioca farcite e ​​Pamonha), segui il flow lento e rilassato dei brasiliani, concediti un’aperitivo al tramonto alla Mureta da Urca o una Caipirinha tra Copacabana e Ipanema e concludi provando il vero buffet brasiliano!  

Buon viaggio!

Condividi questo articolo
Written By
More from Federica O.
Colazione senza glutine, per una partenza gluten free!
Oggi sono ormai moltissimi i prodotti confezionati senza glutine, ce n’è davvero...
Read More
0 replies on “Il Brasile senza glutine: una vacanza gluten free in Brasile”